Cartata di resche - UIFPW08

giovedì 22 ottobre 2009

Ph. Il silenzio


8 commenti:

amatamari© ha detto...

Continuo ad ammirare i tuoi interni delle chiese che mi sembra sempre riescano a trasmettere una atmosfera veramente suggestiva.
Thanks!

Unknown ha detto...

E' una scelta di posa un po' emblematica, a prima vista credevo che l'uomo disteso fosse vero e morto... mi ha colpito, poi, perché vi ho visto l'immobilità del tempo: fede e dolore cristalizzata non solo nell'attimo dello scatto, ma anche nell'immobilità e nella posa stesa della croce. Bella perché peculiare.
Ciao^^

UIFPW08 ha detto...

Spesso mi piace essere dentro le immaggini viverle in prima persona li in prima fila fuori dagli schemi. Grazie per la visita Amatamari@ a presto.

Anonimo ha detto...

Mi ha impressionato un po' questa immagine.Come stare nel sepolcro viva!Ma forse era questo il tuo intento di coinvolgimento?

UIFPW08 ha detto...

Grazie Daniela sei sempre gentilissima. Ciao^^

UIFPW08 ha detto...

Guarnica cara, volevo un'inquadratura diversa dalle solite e cio che ho fatto, un saluto. Ciao

`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`··.Giusy·`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`· ha detto...

Che meraviglia...non vi sono parole per esprimere questa foto...solo sofferenza...

Aglaia ha detto...

quasi toccar con mano la sofferenza che nell'uomo insita....
ricambio il sorriso e l'abbraccio Maurizio:-)