Cartata di resche - UIFPW08

sabato 9 maggio 2015

Osteggio fascino avverso me

Non ho mai aspettato gli ultimi posti per volare
né ho preso a rate amori a perdere destri di primavere
scevri di solitudine e rancori..
Forse ho mostrato dolore senza far rumore
o forse ho copiato dalle ragioni quelle forti sensazioni
provocate dalle emozioni
dalle ore dense di variazioni o futili quanto inutili paroloni:
è sempre cio che resta che porti  dentro
che non è farina, nè allegria.

VentunoeVentuno

AVMpress 2015 © Riservato ogni diritto e utilizzo

3 commenti:

silvia de angelis ha detto...

....rimasugli significativi di vita, che rimangono dentro di noi, per accrescere il nostro senso di consapevolezza...buon sabato e un abbraccio,Maurizio,silvia

Stefyp. ha detto...

..e fascino evinco tra i tuoi versi, che cattura e coinvolge...Buon fine settimana, un caro saluto Stefania

carla family ha detto...

Sì, quel che resta ce lo portiamo dentro e non fa rumore.
A presto!