Cartata di resche - UIFPW08

venerdì 25 aprile 2014

Storia di una nuvola


Generata da uno sfilacciamento di vento, figlia di una sua distrazione che già lui correva via, inseguendo o inseguito, senza voltarsi indietro, cosìcchè, lei, fu da subito orfana, incredula e vaneggiante, una rotondità stupita, troppo bianca per passare inosservata e sempre troppo centrale, troppo presente, troppo corporea.
Col passar del tempo eccola divenuta grassa, pesante, tumida, timidissima, come capita a chi non ha un vero passato ed un vero presente, eternamente sospesa e condannata all'attesa, come una suppellettile inutile di cui non si abbia davvero nessuna necessità.
Poi......poi è arrivato quel vento straniero che correva inseguito, o inseguendo e, lei, senza un vero motivo ha iniziato a correre con lui, ad aver piedi, ali, pinne o solo strisciare ma, sempre in movimento, finalmente propensa ad assecondare la sua propria natura.
 Marilena

6 commenti:

Elisena Migiani ha detto...

Che dire Mau ..... sarei di parte.... Marilena è mia sorella!!!!
Un bacio a te ed uno a lei ed uno anche alla nuvola!

Nella Crosiglia ha detto...

Dico solo una cosa...l'ho trovata semplicemente meravigliosa!!!::))

Nella Crosiglia ha detto...

Dico solo una cosa...l'ho trovata semplicemente meravigliosa..::))

EriKa Napoletano ha detto...

Bellissimo racconto. Brava Marilena!

Ame ha detto...

Bella historia.
Un abrazo.

Amaranta ha detto...

Nuvole che ritornano, a volte, con storie nuove.
A presto, Maurizio :)