Cartata di resche - UIFPW08

giovedì 30 gennaio 2014

Quell'angolo di tempo

Ho scritto con le parole più belle, con le parole d'eterno
con quel pizzico di cielo distante che riesco ancora a vedere
ho lasciato numeri e nuvole talento e pianto
dietro quell' angolo di tempo
tre le sigarette e i mercanti gioie e stelle filanti
e rimanevo ad aspettare aspettandoti arrivare
con la musica negli occhi e la gioia di esser vivo.
A volte l'arte la metti da parte e nasci tra le regole
nel silenzio padrone della tua città vuota di verità
e mi toglierò le scarpe perché sarò sempre io che accenderò il buio
privo d'inganno tra un sogno, un mistero e un pianto.

4 commenti:

silvia de angelis ha detto...

....siamo davvero noi stessi in quel buio sfocato che preme sui nostri passi di vita...profondo e significativo pensiero, nel tuo scrivere...buon pomeriggio,Mau,silvia

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Il silenzio è d'oro quando si ha la fortuna di guardarsi intorno.....

Elisena ha detto...

Quante bellissime cose in un solo angolo di tempo!
Sei bravo Mau ..... sei dolcissimo

Beatris ha detto...

Meravigliosi versi che fanno parlare il cuore!
Sensibilità, dolcezza e tenerezza nei tuoi pensieri!
Buona giornata in un abbraccio da Beatris