Cartata di resche - UIFPW08

mercoledì 31 agosto 2011

Ph. Terra di nuvole


Tra sogni e realtà

Sono di silenzi le parole che nascono dal cuore
sono di emozioni i colori che attraversano la timidezza cui doni sorriso;
l'amore muto è a pois
tra il bianco e il nero,
tra sogni e realtà.

Ph. A saurceful of secrets


martedì 30 agosto 2011

Andrò

Andrò via con gli occhi del tuo silenzio
con le lacrime della passione
con il volto pieno di dolore

andrò..

Fermati dove gira il fiume
lascia i rancori al tempo che spine non semina
Mi rispecchierò negli occhi dei tuoi occhi
lasciando ai miei giorni
flebili ricordi di te.

Ph. Lasciami sognare


Trentatrevoltetrentatre

..ti penso quando sento la tua mancanza..
 quando mi manca la tua dolcezza..
 quando so che accanto a me
quando apro gli occhi
non ci sei.


Ph. Nè sole nè parole


Ave Maria - Radiodervish

A volte troverai anche me girare nella notte..

Cerco un Dio di poche parole che lasci  ai figli minori
il diritto di sorridere.

Vorrei che nessuno ascoltasse il pianto di silenzi
in cui fiori  scivolano privi di rumore tra le lacrime d'amore.
Vorrei essere quel sorriso di un dio minore che non ha voce.
vorrei essere e non sono..

lunedì 29 agosto 2011

Ph. Svegliami tra i tuoi sogni


L'infinito è una linea in mezzo al mare

Vorrei saperti felice, dove lo sei stata sempre,
dove l'infinito è solo un sogno.
dove il tuo sorriso arriva sempre in anticipo.
L'infinito è una linea in mezzo al mare
dove non bastano mai mille parole per sognare.

C'è chi dice che l'amore è come il mare..

Ph. Così come neve (ventuno lune senza te)


Ultime foglie d'estate

Ne persi sorrisi baci e carezze
che di ricordi vago ancora tra il profumo..
restai nudo da tentazioni
ma libero di saper volare.


venerdì 26 agosto 2011

Ph. Harmony


L'apprendista (The_Sin)

Giovanni... vieni qua .
che c'é signor Morizio

Ciao Giovanni come stai?  Due anni che non ti vedo...
come va Giovanni ..tutto a posto?

a posto  a posto; ma sempre in mezzo è?

si Giovanni lo sai ...lavoriamo, ma tu ora che fai?

niente.. cerco di adattarmi

ma a scuola ci sei andato?

si ho la licenza media, studiavo..sono stato promosso

bravo Giovanni ..

poi mi sono iscritto al geometra si ricorda.. così come hanno fatto i miei compagni

si mi ricordo Giovanni e come è andata?

ho fatto il primo anno e sono stato bocciato.

mannaggia ...

ho fatto di nuovo il primo anno ma non ci ho voluto andare più

e che hai fatto Giovanni ?

ho parlato con mio zio Mimmo,
prima ho fatto il meccanico nni Lillo u toco,
dopo quindici giorni, non mi piaceva e me ne sono andato..
 ... poi ho lavorato per conto mio..
anzi ..
per conto di mio zio.

a bene alla carnezzeria...?

seee...ma quannu
no.. alla carnezzeria no ,

 e dove Giovanni?

perconto mio...

per conto tuo... e che lavoro fai?
un po di tutto

che cosa Giovanni ?

facevo l'apprendista ,  prima un po di riffa
motorini...borsette...robba alla moda,
poi ho imparato a sparare ...
prima alle bottiglie,
poi ai cani, e poi  alle persone.....
troppobello.

(AVMPress)







Ph. Edges of illusion


Avanzi di mascara

Come poter non sentirne il respiro di forti e sincere parole
che mare e nuvole mi avevano distratto alla sorte
se non con la tua voce che di forza e libertà regalasti coraggio
a chi come me Ulisse lascia al vento  spirito audace e preghiere
legato di mani a cuor aperto privo di fiato e fortuna




giovedì 25 agosto 2011

Ph. Tutto nello stesso modo


Non volare su di me senza tempo

La distanza dalla realtà
tra il mio pensiero e il tuo sorriso
assomiglia ad un'onda di emozioni chiusa in un soffio di cristallo:
avevi occhi e un pugno di nuvole.
Inventarmi Giuda a vendere
non ha futuro ne scarpe strette.
Non volare su di me senza temponon ho bisogno d'esser triste per cancellate i tuoi perché.

Ph. Maficifranca


Vedere..fuggire..sognare.

Mai bellezza rara ebbi tra i miei occhi
che leggere d'altrui sinfonie di parole
meste di semplici architetture secolari..
mai ebbi felicita nel vedere ..fuggire.. sognare.
 
Mai bellezza rara ebbi tra i miei occhi che ricordo di lei l'amore.
mai bellezza sciolse  mani
che di cuore ne avevan baci.
 
 
 
http://ilaria-lemozionenonhavocemaiociprovo.blogspot.com/search/label/Poesie%20di%20AVMpress

Ph. Leggerezza di artista


mercoledì 24 agosto 2011

I dont want to do more

Io che funestai il mio viso di ricordi colmi di sorrisi
io, che accesi ombre di silenzi che volto avevo perso
e ne chiesi rancore a chi del tempo ne aveva perso vanto.
Io fui d'aria come il vento e raccolsi lacrime come stelle
che urla avevo pianto e fuggisti dove la vita non aveva senso
tra le stagioni di un tempo nudo
dove ragione non cerca casa ma solo affetto che mani seppero cercare.


Ph. Misure distanti


Scelte

Se devo sciegliere ho gia scelto:
Tra cielo e mare preferisco sempre il tuo sorriso.

Ph. Vissi volando


Ultima a sinistra

Pagate con la vostra diplomazia la libertà d'esistere
e non dimenticate di lasciare  all'Eterno gli spiccioli di mancia;
di solito,  non si torna indietro.

Ph. Incantesimi di viaggio


L'infinito

..quando le tue mani finiranno di cercare l'infinito
e veleranno emozioni di vergogna
non fermerai più il tempo dalla tua parte
ne scorrerà veleno che lascerà al sangue il suo color rosso
mescerai silenzi e ricordi in  calici di cristallo
e tornerai ai sogni senza futuro dietro colline di apostrofi neri
che attraverseranno il tuo viso.
L'infinito, non ha il colore dei sogni.

martedì 23 agosto 2011

Ph. Il tempo non è mai stato così distante


Di sangue era il colore della rabbia

Di sangue eran il colore della rabbia
come sangue che scorre nelle vene dove fuoco avevano sogni da sfamare e amori sinceri da seminare.
Era veleno l'attesa che bruciava
come finti sorrisi e tra mura contavo le lune diverse dai tuoi sogni lontano oltre il mondo.
Adesso giro per la notte rea d'amare ai vicoli funesti di un sottile chiaro di luna
ad aspettar notte che copra di silenzio le margherite della tua vita.
Ascolta il tuo cuore non lasciarlo morire.
Ti sentirò cosi meno soffrire.

CREED-SIX FEET FROM THE EDGE

Ph. Impressioni d'agosto


Profumo di te.. dove sei.

Avrei preferito quel mare forte che tra le mani  finisce all'orizonte
in cui il sole non sa nascondere i tuoi occhi dispersi tra i miei,
che una cielo azzurro, profondo,  privo di  luna, privo  di primavera
lasciato sul tavolo tra le sigarette.. accanto al caffè
in un giorno di fine agosto,  in un giorno senza di te.

Ph. Fasti d'estate


Tutto è sempre semplice come un sorriso

Hai saputo resistere cosi come hai sempre fatto
a pugni chiusi, a denti stretti a  cercare colori
che bianchi poi alla fine non sono più
e se piangi rimpianti di perse emozioni
torneranno a fiorire come margherite come stelle
ritrovate e mai perse
cosi passerà come il vento come l'allegria che tristezza spazzerà via
tutto è sempre semplice, come un sorriso.

venerdì 5 agosto 2011

Ph. Nè Dio nè Santi


La rabbia dei giusti

Passa come un caffè nero bollente mandato giù a sorsi di rabbia
tra le dita che scottano e il sole nascente,
quando mai pallido sorriso finirà.
Passa, si passa ..come passano i giorni che si accorciano
e imbruniscono come i ricordi che scendono piano a valle
ad incontrar destino in un mar di silenzio.

Il mondo è di nessuno come le gonne corte
in un bicchiere di rabbia lasciato lungo i miei passi.
Cosa importa se si vive a metà dove mai mare abbraccerà sorriso
cosa importa sentirne ancora i rintocchi tra nomi di betulle e preghiere di seta
cosa importa se le ginestre copriranno la finestra
passa e più non conta che numeri son come le stelle
dove il lusso tra il buio non è ha ragione
ma soltanto un solo colpo al cuore.

Ph. Attraverso i giorni pari


Prega paradisi di fine nel silenzio delle urla.

Le dita scivolano lentamente sui tasti bianchi di questo pianoforte
dove silenzi di note chiudono uno scherzo in diesis minore
come un sogno privo di ali, un Cristo curvo, un viale senza cielo
un amore vero.
trovo tra i papaveri... un bis d'applausi
mesti ricordi d'un sorriso come nebbia come dolore.

Prega paradisi di fine nel silenzio delle urla
che voce mano non hanno più
e volto il viso alle lacrime che non ho più.

giovedì 4 agosto 2011

Ph. Aspettando te


Chiara di luna

Perché la tua bellezza è come la luna?

..la tua bellezza è come la luna
perche piu la guardi.. piu bella diventa.

Ph. Forse è proprio cosi..


In fondo è sempre tutto lo stesso..

Di sangue eran il colore della rabbia
come sangue che scorre nelle vene
dove fuoco avevano sogni da sfamare e amori sinceri da seminare.
Era veleno l'attesa che bruciava come finti sorrisi
e tra mura contavo le lune diverse dai tuoi sogni lontano oltre il mondo.
Adesso giro per la notte rea d'amare ai vicoli funesti di un sottile  chiaro di luna
ad aspettar notte che copra di silenzio le margherite della tua vita.

mercoledì 3 agosto 2011

Ph. Bianco come..


Bella come il sole del mattino.

Bella come il sole del mattino, come l'alba che non troverà mai fine
come sorriso che regalasti a occhi che vantano tramonto
e forza che cuore dipinga nuova aurora.